Calamari di sera... buon tempo si spera

Francesco Martelli, Fishing Tutor della sua Scuola di Pesca www.martellifrancesco.it, ha effettuato una battuta di pesca ai calamari, utilizzando la tecnica del Tataki. Sono state impiegate due canne della Tecnofish, esattamente, la Rabasquid 240 e la Rabasquid 270, armate con piccole totanare Oppai della Yamashita. Entrambe le canne, sono state zavorrate con due piombi, prima con 130 grammi e successivamente con 150 grammi, a causa del variare della corrente marina. Le Rabasquid, hanno dato un'ottima risposta, con le ripetute catture di calamari di varia taglia, in un fondale dotato di substrato roccioso e maciottito a quota dai -43 ai -48 metri di profondità.